La Residenza “Santo Stefano” è un presidio polifunzionale strutturato per l’assistenza agli anziani parziamente o del tutto non autosufficienti, secondo le seguenti tipologie di bisogno e di conseguente offerta assistenziale:

– 2 Nuclei di R.A.: – uno al 1° piano da 16 posti letto e – uno al 2° piano da 10 posti letto
– 3 nuclei R.S.A. di 20 posti letto ciascuno, più due posti di pronta accoglienza

per un totale di 88 posti letto, destinati soprattutto ad accoglienze di lunga durata, senza escludere ricoveri di sollievo qualora se ne verifichi la compatibilità organizzativa e temporale.
Le camere sono a due letti, con un arredo idoneo alle esigenze di persone non autosufficienti, tutte dotate di bagno.

Il presidio dispone anche di un nucleo di Centro diurno che può accogliere 10 persone esterne provenienti dal territorio, dal Comune di Priocca e dai comuni vicini.
La Residenza “Santo Stefano” è in accreditamento con il sistema socio sanitario pubblico ai sensi della deliberazione regionale 25-12129 del 14 settembre 2009.

*Residenza Assistenziale (R.A.) sono destinatari delle residenze assistenziali cittadini adulti ed anziani in condizioni psico-fisiche di parziale autosufficienza, in condizioni cioè di compiere con aiuto le funzioni primarie.

-Come è fatta LA STRUTTURA-

La Residenza “Santo Stefano” è una struttura nuova, la cui costruzione è terminata nel mese di marzo 2010.

Si sviluppa su quattro livelli fuori terra più un seminterrato, così strutturati:
– il seminterrato accoglie magazzini e locali tecnici;

– il piano terra è destinato alla reception ed ai servizi generali;

– il primo piano è destinato a servizi di accoglienza residenziale e semi-residenziale (nucleo R.A., nucleo R.S.A. e centro diurno);

– nel secondo e terzo piano trovano collocazione i nuclei residenziali di tipologia R.S.A.

Le camere a due letti sono tutte dotate di bagno privato – fruibile da parte di Ospiti con ridotte o impedite capacità motorie – , di telefono e di impianto di chiamata, collegato con i punti presidiati di ciascun piano.
Ogni nucleo è caratterizzato da un colore diverso al fine di facilitare l’orientamento degli Ospiti: verde, blu e arancione per i pavimenti, le pareti, i mancorrenti, gli arredi – dispone di uno spazio/soggiorno di dimensioni adeguate per il riposo e la conversazione, di una sala da pranzo, di una cucina-tisaneria, di un bagno assistito, di un posto di controllo per il personale di assistenza, di due zone separate per il deposito della biancheria pulita o da lavare, di altri locali adibiti a funzioni igienico-sanitarie.

La Casa è dotata di due ascensori e di due montalettighe per favorire i collegamenti verticali.
Tutti i percorsi interni sono dotati di mancorrenti atti a favorire la deambulazione. Tutti i locali interni e gli spazi esterni sono realizzati senza barriere architettoniche. Gli spazi esterni prevedono numerosi terrazzi, ad ogni piano, molto ampi e con ottima esposizione alla luce ed al sole.

Una zona-giardino sarà allestita appena possibile, in coincidenza con il percorso pedonale che collegherà la struttura direttamente alla via principale del paese (20 metri ca.): tale percorso consentirà agli Ospiti di fruire del centro abitato, in autonomia se le condizioni di autosufficienza lo consentono, accompagnati in caso di difficoltà di deambulazione o di orientamento.
A tutt’oggi sono già effettuabili tranquille passeggiate nella zona antistante l’ingresso principale della Residenza, Iungo la strada che conduce ad un gruppo di case situate in uno scenario paesaggisticamente molto ameno.